Strumenti personali
Tu sei qui: Portale News NEXA - Un'introduzione al “cloud computing” Mercoledì 8 settembre 2010 - Corso Trento 21, Torino

NEXA - Un'introduzione al “cloud computing” Mercoledì 8 settembre 2010 - Corso Trento 21, Torino

23° Mercoledì di NEXA

Un'introduzione al “cloud computing”
Mercoledì 8 settembre 2010
ore 18 – 20
(2° mercoledì del mese)

Corso Trento 21, Torino (primo piano)

Ingresso libero

Live streaming: http://nexa.polito.it/events


Ripartono gli incontro mensili dei Mercoledì di Nexa con un'introduzione al tema del cosiddetto “cloud computing”, un argomento di sempre maggiore rilevanza che il Centro NEXA affronta per la prima volta in pubblico.
Tramite l'etichetta cloud computing si denota un insieme di tecnologie informatiche che permettono l'utilizzo via Internet di risorse hardware e software remote. In pratica, tramite il proprio browser web (o altri tipi di software), l'utente è in grado di utilizzare applicazioni e di accedere a dati che non si trovano sul proprio computer, ma da qualche parte online, in una non meglio definita “nuvola” di computer. Un esempio molto noto di cloud computing sono i servizi di “webmail”, come Google Gmail.
Col paradigma del cloud computing, la natura di azioni come creare o modificare testi, riprodurre musica o video o condividere fotografie cambia radicalmente. Una parte crescente dei dati che ogni utente genera, infatti, ma anche dei programmi che lo stesso utente utilizza, si sposta online. Il software non è più un prodotto che espande le potenzialità del proprio computer, ma un servizio cui si accede tramite Internet. E le proprie informazioni non sono più immagazzinate in file facilmente individuabili sul proprio disco fisso, ma scomposte in uno o più database di incerta collocazione geografica.
Ed ecco che, mentre i nostri dati diventano accessibili ovunque e nascono nuovi modelli di business (spesso in grado di offrire gratuitamente agli utenti programmi e servizi prima costosi o semplicemente inesistenti), sorgono anche nuove domande che riguardano privacy, controllo, sicurezza, interoperabilità e, in ultima istanza, potere e libertà online. Tecnologie all'avanguardia, nuove strutture di costi, complessi intrecci di giurisdizioni concorrono dunque a generare domande, cui è impossibile dare risposta, in assenza di un approccio multidisciplinare, che unisca (almeno) conoscenze tecnologiche, giuridiche ed economiche.
La scenario è in rapidissima evoluzione. In particolare, si stanno moltiplicando le iniziative volte a riportare almeno parte del controllo nelle mani degli utenti, dal progetto Diaspora, il social network distribuito e in software libero, il cui primo rilascio è previsto per il 15 settembre, al progetto Data Liberation Front di Google, volto a rendere facile il trasloco dei propri dati dai servizi cloud del gigante di Mountain View.
Juan Carlos De Martin, co-direttore del Centro Nexa su Internet e Società, illustrerà l'argomento confrontandosi con  Marco Ricolfi, co-direttore del Centro, i fellows, lo staff e tutti coloro i quali vorranno intervenire nel dibattito.

Azioni sul documento